Sferrazza svetta, la San Pio affonda.

Spazio Pubblicitario
Partner Ufficiale

Raddrizza subito il tiro il Santa Croce che, nella seconda trasferta consecutiva, espugna il “Bonaiuto-Somma” di Mascalucia superando un indomito San Pio X che non voleva subire la terza sconfitta di fila. La squadra di Lucenti però si è scrollata di dosso le paure mostrate nell’ultimo turno e, seppur con qualche sbavatura difensiva, ha mostrato maggiore pulizia tattica e lucidità di gioco, arricchite dalle buone prestazioni dei vari Leone e Di Rosa che hanno animato l’attacco biancoazzurro e delle conferme di Minteh e Sferrazza. La gara iniziava però con l’infortunio al 3’ di Iozzia che doveva uscire dal campo, facendo mancare subito il suo valido apporto nella manovra del centrocampo. Lo choc forse provocava al 7’ il vantaggio dei locali grazie alla prima ingenuità difensiva degli uomini di Lucenti che consentiva a Valenti di liberarsi, andare sotto porta e insaccare. Il Santa Croce però ha avuto la capacità di reagire subito e pareggiare. Di Rosa al 14’ dalla sinistra si accentrava in area e faceva partire un tiro che si insaccava alle spalle di Romano. Il 2-1 per gli uomini di Lucenti veniva confezionato appena due minuti dopo, al 16’, stavolta nato sulla fascia destra dove Minteh scendeva e serviva un delizioso passaggio al vertice destro dell’area a Leone che confezionava la perla della domenica tirando di destro a pallonetto con la sfera che si infrangeva prima sul palo sinistro e poi si insaccava. Al 20’ c’era la possibilità del 3-1 ma Di Rosa stavolta non riusciva a concludere in rete. La San Pio X, dopo lo svantaggio, reagiva a sua volta proiettandosi in avanti con un certo agonismo e determinazione pressando la difesa avversaria che capitolava al 25’ dopo un secondo svarione dei suoi elementi. Badeij era bravo a servire Lo Presti, lasciato però incolpevolmente solo, che si incuneava e batteva Cavone. Il finale di tempo era in perfetto equilibrio con le due squadre che si controllavano a vicenda.

La ripresa si apriva al 7’ con la seconda occasione sciupata da Di Rosa ma stavolta con Romano che compiva un miracolo intercettando il tiro dopo che il fantasista azzurro ancora una volta si decentrava in area. Non calava il ritmo però il Santa Croce. Al 9’ cross di Ravalli in area dove Sammartino di testa mandava di poco alto. Ancora al 10’ altra occasione per Di Rosa con la solita discesa sulla fascia sinistra, ancora si accentrava e ancora Romano parava in tuffo. I tempi erano però maturi per il gol per il Santa Croce che giungeva al 14’. Punizione dalla trequarti di Di Rosa in area dove svettava Sferrazza che di testa insaccava. La formazione biancoazzurra dopo il 3-2 cercava di controllare la gara, con gli avversari che producevano una certa pressione in avanti sebbene poco articolata e pericolosa mentre il Santa Croce sfruttava le ripartenze in contropiede. Il San Pio X con l’incedere dei minuti calava il ritmo e la compagine biancoazzurra aveva ancora di più la meglio a controllare la gara e a portare a casa tre punti fondamentali per la lotta per la salvezza e per un prosieguo di campionato verso almeno le zone intermedie della classifica.

Federico Dipasquale
Corriere di Ragusa