PIENA FIDUCIA AL TECNICO E AI GIOCATORI. IL PRESIDENTE MICIELI:“NON SARANNO PIU’ TOLLERATI COMPORTANTI E ATTEGGIAMENTI POCO CONSONI”

SPAZIO PUBBLICITARIO

AZIENDA PARTNER

La vita è pienamente conosciuta solamente da coloro che soffrono, perdono, sopportano le avversità e inciampano di sconfitta dopo sconfitta. Perché chi desidera vedere l’arcobaleno, deve imparare ad amare la pioggia. Un temporale si è abbattuto sulla squadra del cigno che ha spazzato via sogni e morale. Quattro sconfitte di fila con la deblacle di Rosolini sono difficili da cancellare. Ma la società con i presidenti Giuseppe Micieli, Marco Agnello, il direttore sportivo Claudio Agnello e lo staff dirigenziale ha voluto incontrare i giocatori. Un confronto serrato sulle ultime prestazioni poco brillanti frutto di tanti errori individuali e collettivi. La società ha confermato la piena fiducia al tecnico Gaetano Lucenti e ai giocatori evidenziando, però, comportanti e atteggiamenti che non saranno più tollerati. “Mi riferisco alle espulsioni con le relative sanzioni del giudice sportivo che hanno danneggiato e non poco il cammino della squadra – spiega il presidente Giuseppe Micieli – abbiamo chiesto ai giocatori il massimo impegno per onorare al meglio la gloriosa maglia dell’Upd Santa Croce. Non saranno, d’ora in poi, tollerati comportanti e atteggiamenti poco consoni con lo sport come lo intendiamo noi. Tutti i giocatori che indossano la nostra maglia devono dare il massimo in campo e fuori. Le avversità possono essere delle formidabili occasioni”. Il Santa Croce è atteso da una gara difficilissima contro la capolista del girone il Paternò calcio.  Il presidente MIcieli lancia un appello alla città. “Nei momenti difficili il nostro meraviglioso pubblico sarà il giocatore in più, allora tutti allo stadio con i vessilli dell’Upd Santa Croce calcio!!!!”.