Parla l’EX regista del Santa Croce, Peppe Nasello!

Spazio Pubblicitario
Partner Ufficiale

Continua la rubrica “CignoEX” lanciata da updsantacroce.com! Dopo aver coinvolto nomi importanti come l’ex allenatore del Santa Croce Andrea Di Giacomo, gli ex calciatori biancoazzurri Carmelo BonarrigoMarco BasileNiko StambolliuAngelo LamiDaniele RizzoVincenzo Mormina, Maurizio Nassi l’ex dirigente Antonio Cappello, oggi è il turno un mediano dai piedi buoni, approda al Santa Croce nella stagione 2006/07, nei quali per tre anni consecutivi raggiunge la finale play-off di Promozione. Nella stagione 2009/2010, contribuisce alla storica promozione in eccellenza scrivendo un episodio importante nella ultra sessantennale vita della società del Cigno. Anche dopo aver appeso le scarpe al chiodo, il è rimasto legato al Santa Croce, ricoprendo anche ruoli dirigenziali, il suo nome è Peppe Nasello! Anche con lui abbiamo fatto “3 chiacchiere”:

Ciao Peppe, raccontati la tua avventura al Santa Croce, cosa ti spinse nel 2006 a vestire per la prima volta la maglia biancoazzurra????
“Ricordo che in quegli anni la società mi cercò con molta determinazione e i dirigenti mi fecero sentire subito una persona importante. Il grande presidente Marco Agnello inoltre riuscì subito a colpirmi nell’orgoglio facendomi trovare le giuste motivazioni.”

Qual’è il ricordo più bello che conservi durante la tua avventura al Santa Croce???
“Non elenco chiaramente i successi avuti sul campo perché sarebbe tutto troppo scontato, la cosa che conservo di più è il modo in cui tutte le persone vicino alla squadra riuscivano a farci sentire vicinanza, calore e passione. Una realtà particolare, direi più che familiare”.

Cosa ti manca maggiormente di Santa Croce? Cosa riserva in futuro il calcio per te?
“Di Santa Croce mi manca soprattutto l’ambiente sereno e cordiale.
Non so casa riserva per me il futuro nel calcio, per il momento faccio l’allenatore ma mi piacerebbe tornare a fare il direttore sportivo, ruolo che mi ha sempre affascinato.
Un caro saluto a tutti gli amici di Santa Croce, auguro al club le migliori fortune!”.

www.updsantacroce.com