Parla l’EX difensore del Santa Croce, Angelo Lami.

Spazio Pubblicitario
Partner Ufficiale

Continua a spron battuto la bellissima rubrica “CignoEX” ideata da updsantacroce.it. Dopo le parole di grandi ex come Andrea Di Giacomo, Carmelo Bonarrigo, Marco Basile e Niko Stambolliu, oggi è il turno di un ex calciatore che rappresenta una fetta importante del calcio cittadino oltre ad essere tra i difensori più rocciosi che abbiano vestito la maglia del Santa Croce, il suo nome è ANGELO LAMI  !!!!

Arcangelo Lami, cresciuto nel vivaio biancoazzurro, è stato, tra la fine degli anni 90 e gli inizi degli anni 2000, un baluardo della difesa del Cigno, sia nei campionati di Prima Categoria ma sopratutto in Promozione. Con lui oggi abbiamo fatto “3 chiacchiere”:

Ciao Angelo, sei considerato uno dei difensori più forti della storia del Santa Croce: com’è iniziata la tua avventura calcistica con la squadra della tua città??
“Grazie per avermi pensato e sopratutto per la bella considerazione che avete nei miei confronti, sono lusingato! La mia avventura con il S. Croce iniziò quando, a soli 16 anni, mister Santoro mi convocò in prima squadra! Il S.Croce giocava in prima categoria, con una delle squadre secondo me più forti di quegli anni. Infatti proprio quel anno il S. Croce fu promosso in Promozione! Fondamentale per me e per la mia crescita calcistica è stata la guida di un grande difensore, che tuttora stimo e ringrazio, Vincenzo Appiano”. 

Per quanti anni hai indossato questa maglia? Qual’è il ricordo più bello che conservi al Kennedy da calciatore??
“Ho giocato nel S.Croce per 10 bellissimi anni! I ricordi belli sono tanti ma se devo sceglierne uno scelgo la vittoria del campionato di Under 18 (Juniores) ottenuta con 16 punti di distacco dalla seconda in classifica! Ero molto giovane e sono ricordi indelebili”. 

Alle volte segui le gare la domenica allo stadio, cosa pensi dell’attuale Santa Croce? Come vedi il futuro del calcio cittadino?
“seguo ogni tanto le partite del S. Croce in casa, penso che sia una squadra ben organizzata sopratutto grazie al lavoro che svolge la dirigenza dietro le quinte, con passione e cuore. Auguro al S. Croce un futuro roseo magari grazie al contributo di molti più giocatori del nostro paese! Un saluto e sempre forza Santa Croce”. 

www.updsantacroce.com