Il Cigno cade in Coppa ma i giovani emergono.

Spazio Pubblicitario
Partner Ufficiale

Il giovane Santa Croce non riesce ad arginare il Ragusa, ma, esce comunque a testa alta dal Kennedy, grazie ad una prestazione confortante. Mister Lucenti per l’esordio in casa ha dovuto fare di necessità virtù, per via delle tante assenze ( Ravalli, Sferrazza, Escobar, Morales, Gravina e Quartarone) schierando in campo una formazione con ben 5 under e con una inedita coppia centrale difensiva formata da Leandro Di Rosa e da capitan Simone Iozzia. I giovani biancazzurri si sono comunque ben comportati con Giorgio Arestia classe 2003 (foto) in evidenza a centrocampo e con lo sgusciante Minthe Ba Salkou che ha messo più volte in difficoltà la retroguardia ospite. Buona anche la prestazione dei fratelli Lorenzo e Federico Incatasciato che soprattutto nella seconda frazione hanno aiutato la squadra a dare spinta nella zona offensiva. Il risultato del campo condanna oltremodo la prestazione del “Cigno”, ma, non si fanno drammi e la partita sarà archiviata come un test di avvicinamento al campionato. Di seguito il commento a fine gara di mister Gaetano Lucenti:

 “Sono moderatamente soddisfatto della gara dei miei ragazzidice Gaetano LucentiSicuramente ci sono stati degli errori che dovranno essere corretti, però vista la forte emergenza per quello che ho visto l’atteggiamento della squadra mi è piaciuto. La squadra ha avuto una buona tenuta e soprattutto nel secondo tempo è riuscita a tenere schiacciato il Ragusa nella propria metà campo. Il Ragusa che è una buona squadra, ben messa in campo e che mi ha molto impressionato, per questo motivo sono convinto che se continueremo su questa strada ci toglieremo delle soddisfazioni. Domenica andremo a Ragusa con la consapevolezza dei nostri mezzi e con la speranza di recuperare qualche elemento. Saremo comunque pronti a combattere per il risultato, giocando con intensità, senza far caso al risultato della gara d’andata”.

www.updsantacroce.com