Il “Cigno” batte banco a Pedara. Lucenti: “Disputata gara dai due volti”.

azienda partner

spazio pubblicitario

Il Cigno conquista un’importante vittoria esterna contro lo Sporting Pedara dando continuità alla vittoria casalinga di sette giorni prima contro l’Enna. È stata una gara non facile per l’undici biancazzurro che, sul finale dei due tempi, si è un poco complicato la vita rischiando il ritorno dei padroni di casa. Il Santa Croce, infatti, ad inizio gara era partito a spron battuto, mancando ben quattro nitide palle gol con il rientrante Leone e Floridia. La rete del vantaggio biancazzurro arrivava comunque con un perfetto stacco di testa di Ariel Reinero che raccoglieva un cross di Leone. Il Santa Croce faceva l’errore di rilassarsi eccessivamente e nel finale di frazione subiva “l’uno-due” dei padroni di casa che ribaltavano il risultato a pochi secondi dal duplice fischio del direttore di gara. Lucenti strigliava i suoi negli spogliatoi e nel secondo tempo si vedeva un altro Santa Croce che, dopo pochi minuti, pareggiava sempre con il “tanghero” Reinero, sempre di testa e sempre su cross di Leone. I biancazzurri pressavano i locali e pervenivano al vantaggio con lo scatenato “Re” Leone che con un’azione travolgente, scartava tutta la difesa, compreso il portiere, e depositava in rete. Il Cigno addirittura metteva in cassaforte il risultato con la rete di Peppe Sferrazza, sempre più implacabile sui corner, che di testa superava l’incolpevole portiere locale. Sul finire di gara erano costretti a uscire per infortunio il portiere Cavone, il centrocampista Ferraù e l’attaccante Reinero, così Lucenti era costretto a ridisegnare un nuovo modulo. A pochi minuti dal temine i locali trovavano la terza rete su punizione che gli ridava nuova linfa, ma, era troppo tardi perché il triplice fischio finale li condannava a una pesante sconfitta casalinga. A fine gara l’analisi di mister Gaetano Lucenti.

“Abbiamo giocato su un campo in terra battuta sul quale era veramente difficile impostare gioco – spiega Gaetano Lucenti – Abbiamo disputato una gara dai due volti, con un primo tempo in cui abbiamo creato tanto e sprecato eccessivamente, commettendo degli errori importanti sul finire di frazione che hanno consentito al Pedara di raggiungerci e addirittura di superarci. Nel secondo tempo, invece, penso sia stato un nostro monologo: abbiamo fatto tre reti ribaltando il risultato e poi sul finire di gara ci siamo un po’ complicati la vita facendo rientrare in partita il Pedara. Abbiamo comunque conquistato tre punti fondamentali per il nostro obiettivo stagionale e da martedì penseremo a preparare l’importante sfida di domenica prossima contro il Palazzolo. Sara una sfida da affrontare con il massimo impegno e la massima determinazione per poter continuare il nostro cammino che dovrà condurci a conquistare quanti più punti in classifica per magari toglierci qualche soddisfazione”.

www.updsantacroce.com