Si torna a giocare al Kennedy. Sabato scontro al vertice S.Croce - Paternò.

Si torna a giocare al Kennedy. Sabato scontro al vertice S.Croce - Paternò.

Il Santa Croce ritorna dopo più di un mese, tra festività di fine anno e gare esterne, a giocare in casa contro la vicecapolista Real Città di Paternò che tallona a un solo punto la capolista Città di Ragusa. La formazione catanese, che ha scalato la classifica con un andamento costante, è un osso duro da affrontare perché caricata agonisticamente e stimolata dalla possibilità di inserirsi in testa sfruttando un passo falso dei ragusani. Per questo la formazione biancoazzurra di Lucenti si appresta ad affrontare quella etnea con la massima concentrazione. “Domenica abbiamo incontrato un’altra seria candidata al salto di categoria (l’Atletico Catania, ndc) – commenta il tecnico Lucenti – e siamo riusciti a tornare a casa con un risultato positivo ma soprattutto con la consapevolezza che se noi affrontiamo le partite con coltello tra i denti, con la fame di risultato e con la cattiveria agonistica giusta ce la possiamo giocare con tutti e fino alla fine potremo dire la nostra. Sabato prossimo – osserva il tecnico biancoazzurro – incontreremo la seconda in classifica e dobbiamo mettere tutti questi elementi in campo se vogliamo ottenere un risultato di prestigio. Come ho dichiarato la settimana scorsa – prosegue il tecnico ragusano – viviamo alla giornata ma con l’obbiettivo di rimanere in alto il più a lungo possibile anche se ovviamente ogni partita ha una storia che va scritta e gli eventi di quella di sabato dipenderanno solo da noi”. Nelle file del Santa Croce mancheranno Scudera e Hydara, squalificati ma rientrerà Ravalli che potrebbe essere schierato in avanti o a centrocampo.

Federico Dipasquale

Addetto Stampa 

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *