Show al Kennedy! Ciccio Leone mette le ali al S.Croce con un eurogol

Show al Kennedy! Ciccio Leone mette le ali al S.Croce con un eurogol


Spazio Pubblicitario
Partner Ufficiale

Dall’inferno al paradiso con un secondo tempo da squadra di categoria superiore. Il Santa Croce piazza forse la più bella vittoria del campionato per capacità di risollevarsi dallo 0-1 al 2-1 conquistato a un minuto dalla fine con un gol del fantasista Ciccio Leone, realizzazione che potrà entrare nella storia di questa società. Una gara dove giocatori e tecnico si sono superati, facendo dimenticare il primo tempo dove sia gli uni che l’altro non avevano dato il meglio sia come gioco che come disposizione tattica. Un secondo tempo invece da incorniciare. Un riscatto della squadra e del tecnico che, consentitecelo, indipendentemente da come finirà il campionato, ha consacrato la formazione biancoazzurra come splendida realtà del calcio siciliano. Dicevamo di un brutto primo tempo per il Santa Croce che a causa di una certa confusione tattica e di una conseguente buona disposizione in campo degli ospiti, giocava una frazione da incubo, molto sotto agli standard delle ultime tre partite e con una evidente preoccupazione di subire una brutta battuta d’arresto.

Le assenze per squalifica dei due centrali difensivi, Alma e Jatta, costringevano il tecnico biancoazzurro Lucenti a inventarsi la linea difensiva, schierando dall’inizio Di Rosa esterno di difesa e Evola centrale, ma soprattutto creava, indirettamente, pesanti conseguenze per la fase offensiva. Lucenti schierava anche Tomaino davanti la difesa, depotenziando praticamente tutti: Di Rosa, Evola, Tomaino stesso e gli altri. E il risultato nella qualità di gioco si vedeva in quanto erano quasi nulle le azioni incisive dei biancoazzurri, mentre erano più efficaci quelle degli ospiti. All’8’ da cross di Leone sotto porta mancavano la deviazione in rete Scerra e Nassi. Al 13’ primo acuto degli ospiti con Tosto che di testa impegnava Cavone in una ottima parata in angolo. Al 27’ contropiede degli ospiti con Badjie il cui tiro veniva deviato in angolo da Cavone. Sulla battuta del corner si avventava sotto porta Abate che insaccava. Santa Croce che accusava il colpo. Tre minuti dopo, da punizione, ancora Abate di testa interveniva ma Cavone era ancora preciso a sventare il pericolo. Qualcosa cambiava con lo spostamento di Di Rosa esterno di centrocampo e S.Croce che finalmente usciva dal limbo ma la frazione si concludeva in svantaggio. Nella ripresa la formazione di Lucenti innestava la quinta, produceva gioco e riusciva meglio nella fase offensiva, grazie alla netta, migliorata disposizione tattica. Il risultato veniva raddrizzato al 20’. Punizione di Di Rosa e Badjie toccava con la mano in area. Rigore che Leone trasformava. Il Santa Croce ci credeva e teneva sempre sotto pressione i biancorossi ospiti che operavano alcuni cambi per allentare l’offensiva dei locali ma anche per rendersi più pericolosi in avanti. Al 35’ Tomaino tirava da fuori area e da buona posizione ma la sfera terminava alta. Al 43’ Cavone salvava il risultato compiendo due grandi interventi di eccezionale fattura per precisione e riflessi, ambedue sul nuovo entrato D’Emanuele. Sulla ripartenza, al 44’, il Santa Croce costruiva con il nuovo entrato Gravina che a centrocampo smistava per Scerra pronto a servire un prezioso pallone per Leone che si involava sulla fascia sinistra e, da appena dentro l’area, lasciava partire un tiro a scavalcare il portiere ospite Romano e a insaccarsi alle sue spalle. Era il tripudio per il Santa Croce che con questa vittoria mette alle corde una diretta concorrente per la salvezza sebbene la formazione biancazzurra potrebbe entrare con questo risultato addirittura in zona play off. E il sogno del Santa Croce continua.

S. Croce-S. Pio X: 2-1
Marcatori: 27´ Abate, 20’st (rig) e 44’st Leone

S. Croce : Cavone, Morales, Ravalli, Tomaino (40’st Gravina), Evola, Iapichino (13’st Silva), Di Rosa, Fiore, Nassi, Leone, Scerra (48’st Nicosia). All.re Lucenti

CATANIA S.PIO X: Romano, Tosto, Santanna, Privitera, Scalia, Sgarlato (24’st Cavallaro), Spitaleri (18’st Mascali), Gatto (36’st D’Emanuele), Abate, Badjie (36’st Marino), Ranno. All.re Anastasi

Arbitro. Galileo di Siracusa
Note: Ammoniti: Di Rosa e Leone (SC); Spitaleri, Badjie e Ranno (CSP). Angoli 8 a 4 per i locali. Rec 0’ e 5’

 

Federico Dipasquale
Corriere di Ragusa

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *