Ritornano le pagelle di Federico Dipasquale. Claudio Agnello tra 5 e 7 ( decidete voi amici lettori).

Ritornano le pagelle di Federico Dipasquale. Claudio Agnello tra 5 e 7 ( decidete voi amici lettori).
  1. CAMPO, 5. Molte incertezze che in questa partita fanno il paio con quella contro il Marina e che dovrebbero stimolare il ragazzo ad una inversione di tendenza. Niente di grave ma Francesco deve dimostrare un maggiore impegno e più attenzione. La sera prima della partita niente discoteca
    GIARRIZZO, 6. Più i momenti positivi in questo ruolo di esterno di difesa che quelli incerti frutto dellimpiego in una zona del campo dove non ha mai giocato finora. (Fuori dal campo però canta Nostalgia canaglia perché vuole tornare a centrocampo)
    MARINO, 6. Non ha fatto grossi errori ma poteva fare di meglio in questa partita. Ha tenuto troppo la palla e compiuto giocate troppo articolate. Nel complesso ha saputo interdire bene, come al solito, nella fascia anche se appare stanco (forse il brodino di verdure che gli prepara il mister non gli piace più!)
    NICOTRA, 6. Deve ancora trovare al meglio la posizione e la maggiore intesa con i compagni di reparto, oltre ad avere più inventiva nelle aperture di gioco e nelle proposizioni delle azioni.
    GRECO, 6,5. Buona partita e migliore adattamento nella squadra rispetto alle prime uscite. Forse il ruolo di responsabilità di centrale di difesa lo ha stimolato e comunque è apparso molto reattivo e deciso negli interventi. E il classico caso dellinnamorato che non vede da tempo la sua amata (lerbetta verde)
    RAVALLI, 7. The Wall ha macinato unaltra gara encomiabile per efficacia negli interventi difensivi e nelle proposizioni in avanti. In tutti i ruoli gioca bene e senza sbavature. Un jolly di razza.
    HYDARA, 5,5. Limpegno non si discute ma in questa gara sono stati più gli interventi incerti che quelli efficaci, che pure sono stati risolutivi. Forse ha bisogno di giocare di più come il primo anno ma attualmente deve migliorare.
    SAMMARTINO, 7,5. Nel calcio ci vogliono anche questi giocatori opportunisti che danno il meglio comunque quando hanno unottima condizione fisica e mentale. Attualmente il giovane ha questo e speriamo che continui così per cui gli consigliamo di continuare a non giocare per un po’ alla Playstation.
    DI ROSA, 6. La gara con il Marina evidentemente lo ha sfiancato nelle certezze e nella autostima. E sempre attivo nella fascia e mette a dura prova gli avversari ma occorre maggiore concretezza e altruismo.
    LEONE, 7. Non ha cali di tensione tecnica o mentale, macina sempre gioco, è sempre propositivo e gioca per la squadra anche se ha qualche sprazzo in cui è molto precipitoso. Ma glielo si può concedere. Ha ancora un po’ di tiri avventati nel budget di questanno.
    LENTINI, 5. Non è riuscito a svolgere il compito che, presumibilmente, il tecnico gli aveva affidato, quello cioè di sfruttare la profondità e tirarsi dietro qualche difensore per aumentare la pressione. Alla prossima partita sono sicuro che un sette gli risolleverà la media che comunque nella stagione è positiva.
    SILVA, non giudicabile. Ha giocato solo 240 secondi
    LUCENTI, 7. Ottime scelte tecniche in generale e su Greco, Giarrizzo e Sammartino in particolare. Ha disposto la squadra ben coperta e nello stesso tempo offensiva al punto giusto. Io lho detto sempre che Gaetano per fare meglio deve stare sempre dietro il muretto dello stadio perché se sta in panchina si appisola troppo e non rende bene
    CLAUDIO AGNELLO, tra 5 e 7 (decidete voi amici lettori). In panchina è un altro: si arrabbia, fa scelte tecniche sbagliate, manda a quel paese larbitro, insomma è un vero tecnico! Non sappiamo se vuole continuare in questo ruolo o tornare a fare il direttore generale.
  2. Federico Dipasquale.

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *