Le pagelle di S.Croce-Megara. Dipasquale:"Ravalli una noia, gioca sempre bene"

Le pagelle di S.Croce-Megara. Dipasquale:"Ravalli una noia, gioca sempre bene"

Puntualissime arrivano le pagelle del noto giornalista locale Federico Dipasquale. Questa volta i voti sono inerenti la vittoria casalinga del S.Croce sul Megara di sabato 24 febbraio. Di seguito i voti ironici dati ai giocatori biancoazzurri.

CAMPO, 6,5. Altra gara senza grossi impegni ma nei pochi interventi si è mostrato tranquillo senza sbavature. Gli possiamo quindi togliere il bavaglino, ormai è grande!

GRECO, 6,5. Qualche errore ad inizio gara al quale ha subito rimediato con un paio di interventi risolutivi. Anche lui va verso lo svezzamento completo.

RAVALLI, 7. Calma piatta su questo versante nel senso che ormai lo standard di prestazioni è sempre costantemente elevato. Uno dei pochi che si è salvato nel primo tempo. Che noia! Gioca sempre bene!

HYDARA, 6. Un po’ confuso come il resto del reparto di centrocampo, ha avuto solo il merito di sforzarsi a tirare fuori qualche buona iniziativa.

ALMA, 7. Mantiene sempre la concentrazione e l’efficacia degli interventi e della posizione in difesa. La continuità del buon rendimento è importante in prospettiva play off.

JATTA, 7. Grande foga e determinazione che però coincidono sempre con interventi risolutivi. Qualche volta eccede – lo abbiamo detto più volte – ma è sempre perché gioca bene non perché gioca male. Preferiamo quindi che giochi bene.

DI ROSA, 7. Meno appariscente rispetto alle altre partite, ha lavorato tantissimo per finalizzare le azioni offensive e ci è riuscito con il suo prezioso lavoro sulla destra nel finale di gara quando ha servito un’ottima palla che alla fine Leone ha messo in rete. Prezioso sempre il suo apporto. Vale tanto oro quanto pesa!

FIORE, 5,5. Prestazione negativa quasi completa. Nel primo tempo non ha sopperito all’assenza di Nicotra a centrocampo muovendosi poco e sbagliando molto. Nella ripresa ha sciupato delle clamorose occasioni da rete e ha compiuto grossolani errori di impostazione e disimpegno. Ci vuole un “tagliando” e dopo si aggiusta!

SAMMARTINO, 5,5. Passo indietro rispetto ad altre prestazioni sebbene l’impegno non lo disdegna mai. Non è riuscito a inserirsi nel gioco e nelle occasioni da rete. Un black out imprevisto. Pare sia stata una centralina Enel che è saltata…!

LEONE, 7,5. Non incisivo nel primo tempo, si è via via sciolto nella ripresa quando ha sciorinato grande gioco e confezionato un altro gol capolavoro. La positività che mette in campo è il suo pregio più evidente.

MARINO, 5. Prestazione opaca e incolore dove forse incide il ruolo non completamente consono a lui.

NICOTRA, 7. E’ entrato nella ripresa e ha subito cambiato il volto della gara aggiustando il centrocampo e, di conseguenza, la costruzione del gioco.

NICOSIA, 6,5. Ha mostrato, anche se per venti minuti, di avere delle qualità incidendo positivamente sull’azione offensiva.

GIARRIZZO, 5. Ha giocato per pochi minuti ma la sua clamorosa occasione da gol fallita incide fortemente nella valutazione.

LUCENTI, 6,5. Quando gli manca qualcuno dei suoi pilastri, anche se per un tempo, non ha un preciso ritorno positivo dai suoi uomini. Poi alla lunga, seppur in ritardo, riesce a sistemare la situazione tattica. Ha solo nostalgia di stare dietro il muro di cinta dello stadio!

FRAZIANO (il tifoso), 8. E’ lui il vero artefice della svolta della gara! Ha fatto impaurire dalla tribuna alcuni giocatori avversari con i suoi, non tanto morbidi, apprezzamenti verso di loro. E’ la tattica “fai impaurire l’avversario con i giusti epiteti dalla tribuna”. Qualche volta esagera, ma è un tifoso!

Federico Dipasquale

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *