Le pagelle di F.Dipasquale, il voto va anche al Sindaco:"profeta..."

Le pagelle di F.Dipasquale, il voto va anche al Sindaco:"profeta..."


Spazio Pubblicitario
Partner Ufficiale

A grande richiesta ecco il consueto appuntamento con le pagelle di Federico Dipasquale.

Il noto giornalista locale questa volta stila il suo pagellone con i voti dei giocatori del Santa Croce dopo la recente gara disputata al Kennedy Sabato scorso contro il Terme Vigliatore, vinta dai biancoazzurri per 3 a 0.

 

PAGELLE   SANTA CROCE – T. VIGLIATORE

CAVONE, 7,5. Due parate risolutive e tanta sicurezza negli interventi. Sicurezza che trasmette ai compagni vicini e lontani. Da quando è arrivato al Santa Croce ha mostrato una continuità di prestazioni positive dettate, crediamo, anche da un attaccamento alla maglia. Infatti a fine partita la maglia se la porta a casa e se la corica nel letto…

MORALES, 6,5. Il ragazzo è andato in crescendo sia in questa gara sia rispetto alle gare precedenti. Inizio incerto ma dopo, soprattutto quando è stato schierato centrale, ha espresso un gran calcio con interventi tempestivi e risolutivi. L’aria di Santa Croce gli fa bene, più della brezza marina.

RAVALLI, 7,5. Si fa in quattro, preciso e decisivo in tanti interventi, tiene anche da solo il reparto come quando è stato espulso Alma. Ha tanto fiato che corre anche in avanti “rischiando” di fare gol. Non ho parole! E’ da proporre per il premio “Fiato d’oro”!

IAPICHINO, 6,5. Si è mosso bene a centrocampo davanti la difesa, sebbene non può dare il meglio come gioco propositivo. Arretrato in difesa è uscito alla grande, mostrando doti di cui tenere conto. Ha poche partite con il Santa Croce ma anche lui è un acquisto azzeccato. Abbiamo un diesse che le azzecca tutte!!!

ALMA, sv. Mi astengo dal dargli un voto perché, a rigor di logica, se fosse stato espulso per sue evidenti colpe si meriterebbe un “4” ma colpe il capitano non ne ha. Ha avuto anzi la sola “colpa” di intervenire nella rissa per calmare gli animi e si è buscato uno schiaffone e un atterramento da parte del frustrato Bartuccio. Morale della favola: capitan Alma la prossima volta starà accanto a Cavone, lontano dalle risse, e gli racconterà qualche aneddoto della sua carriera.

SILVA, 6,5. E’ matematico! Quando gioca non manca mai di impegno e di efficacia. Umile e disponibile anche quando, dopo diverse gare in panchina, viene utilizzato dal mister. Mi consentirete di dire che è un esempio di abnegazione e, anch’egli, di attaccamento alla maglia (ma chi è che mette tutta ‘sta colla nelle magliette?).

DI ROSA, 7. Sempre efficace nel suo ruolo e risolutivo nelle sue azioni sulla fascia e in proiezione in area. Se perfeziona ulteriormente l’intesa con Nassi e questi continua a migliorare sotto porta, come da due gare a questa parte, ne vedremo delle belle! Leandro ci manda un messaggio: Serie D! Serie D! (dirigenti, non ridete !)

FIORE, 6,5. Sacrificato a coprire la linea di centrocampo, è stato poco appariscente rispetto ad altre partite ma il suo peso si è sentito nell’economia della gara. Non facciamoglielo perdere questo peso,  anche invitandolo ad un giropizza !

NASSI, 7. Ecco, è finalmente il Nassi che ci aspettavamo di vedere da quando è arrivato! Due dei tre gol portano il suo timbro. Mobile, preciso e dal gioco risolutivo. Con Di Rosa e Leone forma un trio che ci invidiano molte squadre. Nel Santa Croce il Di-Le-Na (Di Rosa, Leone, Nassi) sta diventando più bello del Ka-Pa-Ro (Kaka, Pato, Ronaldo).

LEONE, 7. E’ ritornato da qualche partita il Leone visto nella prima parte del campionato. Ha avuto solo qualche appannamento fra la fine del girone di andata (partita con il Marina) e l’inizio di quello di ritorno. Evidentemente anche a lui l’aria…marina non gli fa molto bene. Preferisce quella di montagna. Portatelo a Chiaramonte e fategli mangiare una bella costata di maiale ripiena!

TOMAINO, 6,5. C’è tanta stoffa in questo ragazzo! Sembra quasi un veterano se lo si valuta per la sua fase propositiva e di interdizione a centrocampo. E’ meno lucido invece nella fase propositiva ma nel Santa Croce ha buoni maestri per migliorare. Beninteso deve restare a Santa Croce e respirare l’aria di collina.

JATTA, 6,5. Ha rilevato Silva per aumentare il muro difensivo e ci è riuscito. Si è mostrato preciso e pulito, senza strafare, seppur in precarie condizioni fisiche. Il suo recupero è importante per la squadra. Il ds Agnello era preoccupato perché se Mumu non recuperava doveva prendere Bonucci.

GRAVINA, 7. Un fallo, un gol e una ammonizione. E’ tanto per meritarsi un 7, si, ma la tempestività nell’inserirsi in occasione della rete conferma che il ragazzo ha il fiuto per il gol come in altre occasioni in questa stagione. Ha tanto fiuto che forse ha “fiutato” che aveva la maglia troppo sudata e se l’è levata dopo il gol. Monello.

NICOSIA, 7. Voto con soli otto minuti di gioco? Si perché la sua discesa in contropiede, lanciato da Ravalli, e il suo preciso passaggio per la deviazione in rete di Gravina sono da giocatore che ha la stoffa. Speriamo che non la usi in futuro per farsi un vestito!

LUCENTI, 7,5. Ottime scelte tecniche e sapiente disposizione in campo dei giocatori. Positivi i cambi e il seguente assestamento della squadra a centrocampo e in difesa dalla metà del secondo tempo. Quello che emerge in positivo nel tecnico è anche la capacità di valorizzare ancora un volta alcuni uomini in ruoli non a loro usuali e di impostare la squadra per resistere al ritorno degli avversari. Gaetano, però ogni tanto al collega Fichera guardalo in faccia quando ti intervista. Mi sembra che non lo consideri per niente! Eppure Fabio è il classico cronista che non prende in giro…

Sindaco BARONE, 9. Il suo “tutti al campo a sostenere il Santa Croce” e “dobbiamo vincere e vinceremo” sono stati una vera panacea per la vittoria. Dirigenti del Santa Croce, fatevene una ragione! Quando azzarda delle profezie positive per i colori biancoazzurri, queste si avverano. Speriamo che si avvera il campo in sintetico, come aveva “profetizzato” dopo la promozione in Eccellenza!    W Santa Croce!

Federico Dipasquale

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *