Il Santa Croce soffre, ma grazie alla rete di Lentini vince per 2-1 contro la Rinascitanetina.

 

UPD Santa Croce                                  2

Rinascitanetina                                     1 

Marcatori: 4’ Fiore; 33’ Sessa; 32’ st Lentini.

SANTA CROCE: Campo, Greco, Marino, Giarrizzo, Ravalli, Jatta, Silva (10’st Lentini), Hydara, Domicoli, Fiore, Leone. A disp.: Licitra, Licata, Burrafato, Nicosia. All.re Gaetano Lucenti

RINASCITANETINA: Modica, Iacono, Essayed(30’ Messina; 36’ st Talpos), Fusca, Incatasciato, Sessa, Brinholo, La Marca( 8’ Salemi C.) Cutrali, Salemi M., Gallo A disp.: Amato, Santuccio, Malandrino. All.re Paolo Tringali


Arbitro: Gaetano Bonasera di Enna (Ognibene e Pedalino)

Note: Spettatori 100 circa. Ammoniti: Campo e Hydara (SC); La Marca (R). Angoli 8-3. Recupero 2’e 5’
 

Santa Croce Camerina. Il Santa Croce vince nel finale di misura contro il fanalino Rinascitanetina, soffrendo più del dovuto per le tante assenze. L’ultimo in ardine di tempo l’attaccante Daniele Sammartino che seppur schierato in panchina si era infortunato giovedì scorso in allenamento. Mister Lucenti così ha dovuto fare di necessità virtù, disegnando l’undici iniziale con i nuovi arrivati (Greco e Domicoli) ancora a corto di preparazione e con il gambiano Silva alla sua prima uscita da titolare schierato nell’asse di centrocampo. Ne è uscita fuori una gara anomala, nella quale il Santa Croce ha sbloccato da subito il risultato con la quarta rete in campionato di Peppe Fiore, cullandosi forse un po’ per il vantaggio acquisito. Gli ospiti così sono usciti alla distanza pervenendo al pareggio alla fine della prima frazione e nella ripresa si sono affidati alle ripartenze, mancando il colpaccio, in alcune occasione, per la mancanza di un attaccante d’area. Nonostante la non brillante prestazione, i bancazzurri hanno mancato almeno quattro occasioni nitide, divorandosi delle rete clamorose che avrebbero chiuso la partita con molto anticipo. La cronaca. Il Santa Croce partiva forte e al 4’ conquistava un calcio di punizione da vertice sinistro dell’area ospite; sulla palla si portava Fiore che calciava una precisa sciabolata che s’insaccava nell’angolino alto della porta difesa da Modica. Gli ospiti reagivano al 32’ con una discesa di Bronholo che costringeva Campo in corner. Sul successivo angolo era bravo Sessa a deviare in rete per il pareggio. Lucenti strigliava i suoi uomini e nella ripresa si vedeva un altro Santa Croce che pressava costringendo gli ospiti sulla difensiva. Al 3’ su un cross di Leone era Silva a fallire clamorosamente il raddoppio con un tiro a botta sicura che incredibilmente terminava fuori. Al 6’ gli ospiti erano pericolosi con una punizione di Fusca che costringeva Campo alla parata plastica. Al 18’ un lancio di Domicoli per il neo entrato Lentini, metteva quest’ultimo in grado di calciare a rete, ma, Modica parava; al 23’ Domicoli riceveva un assist da Leone, ma, il tiro dell’attaccante gelese terminava incredibilmente alto. Era il preludio alla rete del vantaggio che arrivava al 32’ con un cross di Hydara che era colto da un’incornata di Domicoli che impegnava severamente Modica, sulla ribattuta s’avventava Lentini e deviava in rete. Gli ospiti cercavano una reazione, ma, erano troppo scomposti, così era ancora Lentini al 45’ a fallire un rigore in movimento spedendo la palla alle stelle. Il Santa Croce così conquistava tre punti importanti che con la sconfitta dello Sporting Eubea a Misterbianco, facevano rinsaldare ancor di più la seconda posizione in classifica.                                                                                                          

UPD Santa Croce

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*