Il Santa Croce si gode la prima vittoria in campionato, ma, mantiene i piedi per terra.

Il Santa Croce si gode la prima vittoria in campionato, ma, mantiene i piedi per terra.

 

 

SANTA CROCE CAMERINA. E’ arrivata contro lo Sporting Priolo la prima vittoria in campionato per il Santa Croce che ha fatto smuovere la classifica dei biancazzurri portandoli alle spalle delle battistrada. Una vittoria arrivata con tanta sofferenza, dovuta certamente al calo fisico per le tre partite in sette giorni disputate dai biancazzurri. L’importante, comunque, era dare una scossa dopo la sconfitta contro lo Sporting Augusta e così è stato, visto le vittorie in Coppa Italia contro il Marina di Ragusa e i tre punti di domenica scorsa. La gara di domenica ha confermato ancora di più la sostanza della rosa biancazzurra con un Ciccio Leone sempre implacabile sotto porta, ma, soprattutto con la crescita dei vari Scudera, Campo, Gurrieri, Giarrizzo e del giovane Enrico Marino classe 2000 che gioca sempre di più come un veterano. Inoltre, mister Lucenti, ha avuto modo di verificare il grande apporto arrivato dalla panchina con l’ingresso di Hydara, Silva, Sammartino e Lentini, con quest’ultimo che ha siglato la sua prima rete in campionato, chiudendo domenica qualunque velleità di rimonta dei priolesi. Il trainer biancazzurro butta acqua sul fuoco evitando qualsiasi eufemismo e invitando tutti a rimanere con i piedi per terra.” Abbiamo ottenuto i primi tre punti, ma, abbiamo solo vinto la prima battaglia di una lunga stagione che durerà otto mesi. – dice Gaetano Lucenti – Dobbiamo essere lucidi e realisti, ma, soprattutto umili nell’analizzare le gare che ancora una volta ci ha visti in difficoltà. Domenica scorsa, comunque, ho visto molti miglioramenti, ma, ancora dobbiamo migliorare su molti fattori e l’opportunità di avere di avere una rosa di diciotto giocatori potenzialmente tutti titolari, mi aiuta a cambiare le gare in corso d’opera. Il mio pensiero adesso è proiettato alla gara di domenica prossima contro il Floridia che ha una squadra importante e gioca in un campo in terra battuta che ogni volta ci mette in difficoltà. in settimana lavoreremo per cercare di superare questo gap, ma, di sicuro la gara di domenica mi preoccupa, così come, le successive due: il ritorno di Coppa Italia contro il Marina di Ragusa e la gara interna di campionato contro il Motta. Le affronteremo – continua Lucenti – con l’importanza che meritano, cercando naturalmente di portare quanti più punti possibili”.    

  

            Fabio Fichera

(Ufficio Stampa UPD Santa Croce)
   

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *