Il Santa Croce cerca l’impresa a Scordia con Nassi in più

Il Santa Croce cerca l’impresa a Scordia con Nassi in più

 

 

La gara contro l’ostico Scordia sarà la prima di due trasferte consecutive che il Santa Croce dovrà affrontare in questo finale del girone d’andata. La gara contro i calatini valevole per la tredicesima giornata del campionato di Eccellenza è ricca di spunti per entrambe le compagini che nello specifico lottano per lo stesso obiettivo della salvezza. I locali dopo l’ottimo pareggio interno contro il Paternò intendono continuare a fare punti, avvantaggiandosi dell’apporto del pubblico amico. La squadra di Natale Serafino che in settimana ha perso l’apporto di bomber Andrea Gambino (ex del Santa Croce) andato via nella finestra di mercato di dicembre, non avrà a disposizione neanche Provenzano che deve scontare una lunga squalifica. Gli scordiensi, comunque, rappresentano una vera minaccia per i biancazzurri, giacché, hanno una buona rosa di giocatori e per lo più che hanno militato in questa categoria. Mister Lucenti è consapevole che nelle prossime tre giornate di campionato si giocherà una buona fetta di salvezza e proprio per questo motivo in settimana ha lavorato alacremente. Il tecnico biancazzurro ha avuto modo di avere a disposizione il neo acquisto Maurizio Nassi che potrebbe esordire proprio contro la sua ex squadra. Di certo Lucenti non potrà disporre di Sammartino e Alma, mentre, anche il difensore Jatta è in forte dubbio per una tendinite al ginocchio. “abbiamo i mezzi per fare bene anche a Scordia”. – dice il DS Claudio Agnello“abbiamo allestito un’ottima rosa e nonostante ci siano alcune defezioni il nostro mister ha delle valide alternative. Siamo molto vigili nel mercato e speriamo di tesserare qualche altro giocatore, intanto, ci siamo rafforzati con un attaccante di indubbio valore, quale è Nassi e da lui ci aspettiamo un innalzamento di livello. Stiamo facendo degli sforzi enormi per mantenere la categoria e speriamo di compiere le mosse giuste”.

www.updsantacroce.com

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *