Online Drugstore,malegra no prescription,Free shipping,top avana order online,Discount 10%

Il S.Croce torna a ruggire con il suo Leone. Il Floridia va KO al Kennedy.

Domina, dilaga nel gioco, commette un solo errore e prende un gol, soffre ma alla fine vince meritatamente. E’ il film della gara del Santa Croce che costruisce costantemente nel primo tempo quando domina in tutto tranne che nella precisione delle conclusioni, riuscendo a rintuzzare le velleità del Floridia, ridimensionandolo forse più di quanto non ci si aspettava. Ai neroverdi mancavano tre centrocampisti e il tecnico Randazzo si barcamenava sulla formazione che poi era costretto a variare in corso di gara. Nella prima frazione i biancoazzurri locali facevano una gara che era da tempo non si vedeva con gioco corto, di prima che partiva dalla difesa fino al centrocampo e alle punte, passaggi veloci e precisi, ottimo smarcamento degli esterni e idee di gioco più chiare. Gli ospiti non riuscivano ad imbastire una benché minima azione offensiva mostrando un centrocampo che giocava corto ma con un gioco assente sulle fasce e poca concretezza. Il tutto anche grazie all’ottima fase difensiva attuata sia dal reparto arretrato che da quello centrale del Santa Croce. 

Il protagonista della gara, è giusto dirlo, è stato ancora una volta Leone, autore dei due gol ma anima della squadra per quanto ha riguardato il cantiere di idee di gioco e di proposizioni per sé e per i compagni. All’8’ il funambolico giocatore vittoriese conquistava palla, si liberava di due difensori, tirava con la sfera che finiva di poco a lato. Di Rosa era anche in giornata di grazie e al 14’ una sua incursione in area con atterramento non veniva sanzionata con la massima punizione dal direttore di gara. Al 21’ però il Santa Croce sbloccava il risultato. Lancio lungo di Alma dove due difensori ospiti venivano sorpresi nel controllo palla da Leone che invece era lesto a prendere palla, andare verso la porta e trafiggere Romano. Dopo il vantaggio il Santa Croce continuava a premere cosciente della superiorità a centrocampo e in attacco ma convinto però che il pallone andasse da solo in rete perché le azioni da gol erano tante ma le conclusioni fuori bersaglio. Nella ripresa il tecnico degli ospiti mischiava le carte inserendo Carrabino in avanti che creava, da solo, una maggiore pressione sulla difesa locale. Era però il Santa Croce che poteva andare sul 2-0 al 4’ quando da un tiro di Sammartino la sfera giungeva a Nicosia che, solo davanti la porta, cacciava a lato. Al 9’ Leone da buona posizione sparava alto. All’11’ gli ospiti a sorpresa pareggiavano. Lancio lungo dalla trequarti sul quale i difensori Jatta e Greco non intervenivano alla perfezione mettendo Germano nelle condizioni di conquistare palla, involarsi e segnare con un pallonetto. Santa Croce che si riversava in avanti per il resto della frazione. Nel finale al 40’ e al 41’ doppia traversa per gli uomini di Lucenti prima su punizione di Nicotra e poi su un tiro ravvicinato di Jatta. Al 50’, in pieno recupero, punizione dal limite che tirava Leone, il cui tiro si insaccava dando meritatamente la vittoria alla sua squadra.

S. Croce-Floridia:2-1
Marcatori: 21´pt Leone, 11’st Germano, 50’st Leone

S.Croce: Campo, Greco, Ravalli, Nicotra, Alma, Jatta, Di Rosa, Fiore, Nicosia (16’st Marino), Leone, Sammartino. All.re Lucenti

Floridia: Romano, Cultrera, Pasqualicchio, Sollano, Saraceno, Germano, Anselmo (44’st Bazzano), Minollini, Carpinteri (42’ Carrabino), Linares, Amenta (17’st Amore) (49’st Inguanti). All.re Randazzo

Arbitro: Orlandi di Siracusa
Note. Espulso l’allenatore del S.Croce Lucenti. Ammoniti: Di Rosa, Fiore, Alma, Nicotra e Leone (SC). Anselmo, Germano, Pasqualicchio e Linares (F). Angoli 4-0 per i locali. Rec.1´-6’

 

Federico Dipasquale

Corriere di Ragusa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*