Il S.Croce ospita il forte Licata al Kennedy. Il diggì C. Agnello con fiducia: "si può vincere".

Il S.Croce ospita il forte Licata al Kennedy. Il diggì C. Agnello con fiducia: "si può vincere".

L’incontro fra il Santa Croce e il Licata sarà il big match della sesta giornata del girone di ritorno del campionato di Promozione. Ad affrontarsi a viso aperto saranno la seconda della classe, il Licata, e l’outsider del girone D, vale a dire il Santa Croce allenato da Calogero La Vaccara che è in serie utile da dieci giornate di campionato. Le ultime quattro gare dei biancazzurri, giocate contro Atletico Gela, Ragusa, Nissa e Canicattì, sono fruttate alla squadra di La Vaccara altrettanti pareggi, l’ultimo dei quali, domenica scorsa a Canicattì arrivato in “zona Cesarini” con una prodezza di Giuseppe Domicoli. Il tecnico saccense contro i gialloblu licatesi, stavolta, pretende dai suoi uomini i tre punti, perSettore Locali riprendere a scalare la classifica e attestarsi nella zona play off. A questo proposito, La Vaccara avrà a disposizione quasi tutta l’intera rosa dei giocatori, compreso Andrea Buscema che ha totalmente recuperato dall’infortunio. L’unico assente sarà capitan Marco Basile, ma, questa volta il trainer biancazzurro avrà l’imbarazzo della scelta per rimpiazzarlo. ”la squadra è in salute e non può che esserci ottimismo alla vigilia di un impegno sportivo di notevole spessore. – dice il dg Claudio Agnello – Affrontiamo una squadra dal blasone importante oltre che essere una fra le candidate al salto di categoria. Abbiamo il dovere di tentare la vittoria per dare un serio scossone alle zone alte della classifica. ‎L’allenatore sta via via recuperando l’intero organico e ciò può essere determinante per il finale di stagione. Sarà, comunque, un match equilibrato e gli episodi potrebbero fare la differenza in una partita tra due squadre che secondo me, su molti aspetti, si equivalgono”. Intanto, la società biancazzurra ha fatto un deciso “dietrofront”, decidendo di giocare la partita di domenica al Kennedy di S. Croce a porte chiuse.

La società  cara ai presidenti Agnello e Micieli con notevole rammarico rende noto che, la disponibilità concessa in un primo momento per lo Stadio Comunale di Comiso è stata successivamente e inaspettatamente revocata, costringendo la società a chiedere un ulteriore “cambio campo” alla F.I.G.C. – L.N.D. di Palermo. Non trovando nessun’altra miglior collocazione per l’importante evento sportivo, il Santa croce, così, ha deciso di disputare la gara fra le mura amiche del “Kennedy” che tuttavia, a causa del protrarsi dei lavori, non potrà ospitare pubblico, ne locale e ne ospite.

FABIO FICHERA

Leave a comment

Send a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *