Online Drugstore,malegra no prescription,Free shipping,top avana order online,Discount 10%

Il pagellone di F.Dipasquale, Sammartino voto 6,5:”per lui 2 panettoni a Natale”

Ritorna il tanto atteso appuntamento con il pagellone di Federico Dipasquale.

Di seguito i simpatici voti del giornalista locale sulla gara disputata sabato pomeriggio al Kennedy tra S.Croce e Frigintini.

 

LE PAGELLE DI S.CROCE – FRIGINTINI 3- 1

CAMPO, 6,5. Voto di incoraggiamento nel senso che non tutte le prossime partite vedranno Francesco scarsamente impegnato come in questa. Una sola parata su tiro di Vicari al 36’ del primo tempo e basta. Lavora troppo poco questo ragazzo. Occorre, per recuperare, fargli tagliare l’erba del campo il lunedì mattina.

JATTA, 7. Un muro sulle fasce. Sul lato destro non passava nessuno. Praticamente risolutivo in tutti gli interventi, anche se ci scappa sempre l’ammonizione. La troppa irruenza lo porta anche ad eccedere. Ma va bene così! Cinque euro sono anche pochi per uno spettacolo del genere!

MARINO, 6,5. Ancora non riesco a spiegarmi come fa Enrico a trovare tutto il fiato per fare bene la fase difensiva, allargare la manovra, scalare a centrocampo per aiutare nell’interdizione, proiettarsi in avanti sulla fascia e dare una mano nelle azioni offensive. Io, se fossi nei panni di Claudio, il brodino a fine partita glielo farei trovare sempre.

NICOTRA, 6,5. Non è stato impeccabile ma già all’esordio in una nuova squadra trovarsi subito negli ingranaggi giusti non è cosa facile. Lui ci è riuscito e ha dimostrato di essere un buon innesto. Adesso deve mostrare qualcosa in più in fase di creazione del gioco. La battuta la faccio più avanti, ancora è troppo presto!

ALMA, 6,5. L’errato intervento che ha poi consentito a Dongola di involarsi e segnare non cancella l’ottima prestazione di Andrea che in certi momenti è apparso anche commovente per impegno e dedizione. Un muro anche lui ma pulito e ordinato.

RAVALLI, 6,5. “Muro 2, la vendetta”. Si ci sta adattando bene al ruolo di centrale di difesa ed anche in questa gara ha fermato qualsiasi avversario che, visto i risultati, è entrato in depressione per “impossibilità a superare Totò Ravalli”, sindrome psichica per la quale occorre un riposo che duri un girone, fino alla gara di ritorno contro il Santa Croce.

SAMMARTINO, 6,5. Il ragazzo finalmente ha ormai lasciato alle spalle il periodo di rodaggio iniziale pieno di incertezze. Grazie anche alla posizione più da centrocampista esterno che da punta come era prima, produce gioco e si rende molto attivo alla manovra. Due panettoni per lui a Natale!

FIORE, 6. E’ sempre nel vivo della manovra e decisivo in molte azioni. Sa orchestrare bene a centrocampo e in attacco. Deve solo migliorare nella fase di costruzione del gioco nella quale appare ancora titubante. (Somiglio nel dare giudizi a Mara Maionchi o a Levante?)

DOMICOLI, 7. Un gol e un assist per il gol del 3-0 di Leone e in più buona partecipazione alle manovre in avanti. Dopo alcune gare incerte, il bomber gelese sembra aver preso la direzione giusta. Mi raccomando, Peppe, non prendere la strada del bosco perché incontrerai il Lupo Cattivo!

DI ROSA, 7,5. Il migliore in campo in assoluto. Tanto spessore e tanta concretezza. Si è procurato il rigore e ha inciso alla grande sulla fascia facendo sudare le proverbiali sette camicie al difensore avversario Fidone che poi, stanco, è stato sostituito. Come dire: gli avversari non solo li supera ma li sfianca!

LEONE, 7. Un instancabile cursore, un incontenibile giocatore offensivo, un ideatore di azioni pericolose a non finire. Su tutti e tre i gol c’è il suo sigillo determinante. Da solo, insomma, fa la cronaca di una partita. Altro che Fabio Fichera!

GIARRIZZO, HYDARA, GRECO, NICOSIA, LENTINI, sv. Hanno giocato troppo poco per dare loro una valutazione. (Ve la siete scampata per questa volta!)

LUCENTI, 6,5. Lo “Spalletti del sud” mette il suo sigillo tecnico di ordine e lucidità di gioco ad una squadra che ha bisogno di avere una certa continuità di prestazioni positive in generale così da avere continuità anche nelle gare esterne (non so se mi hai capito…).

Federico Dipasquale

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*