“Appuntamento con…” The Warrior Simone Iozzia, fra conferme, curiosità e ambizioni…..

La rubrica “Appuntamento con..” questa settimana avrà come protagonista “The Warrior” Simone Iozzia. Il forte centrocampista modicano, dopo le esperienze in serie D con Modica, Ragusa e Valle Grecanica, è approdato in estate al Santa Croce e in questa prima fase del campionato ha già fatto vedere le grandi doti che accompagnavano il suo profillo di calciatore. Simone Iozzia insieme a Yunus Hydara rappresentano una delle migliori coppie di centrocampo di tutto il girone D di Promozione e nello scacchiere tattico di mister Lucenti sono diventati indispensabili. Il centrocampista biancazzurro, inoltre, nonostante la giovanissima età è fra i calciatori più richiesti nel panorama calcistico siciliano e nella società presieduta da Marco Agnello e Peppe Micieli si è molto fieri di aver potuto avere e godere in questa stagione le prestazioni sportive del bravo Iozzia. Con Simone abbiamo fatto due chiacchere della sua esperienza in maglia biancazzurra chiedendogli tante curiosità sul Santa Croce di quest’anno e sul proseguo della stagione.

Simone il tuo ingaggio in estate è stato fortemente voluto dalla società. Sei soddisfatto della tua scelta?

Si mi ritengo molto soddisfatto della mia scelta, la società finora mi ha fatto stare molto bene.

Hai militato nelle società più blasonate della provincia ( Modica e Ragusa). Per la tua esperienza di quest’anno pensi che la società del Santa Croce possa ambire a categorie maggiori?

Penso che il Santa Croce sia una società sottovalutata. Già l’anno scorso quando militavo nel Ragusa, ho notato la molta serietà e una solidità societaria. Quest’anno che ho la fortuna di giocarci ne ho avuto la conferma e con tali caratteristiche, penso che il Santa Croce possa anche ambire a partecipare a categorie maggiori.
Quest’anno si è creato un bel gruppo. Chi è per te il giocatore più carismatico?

Questa squadra ha molti giocatori carismatici, ma, sicuramente spicca fra tutti il carisma di Gigi Pianese.

Cosa ne pensi di mister Lucenti e dei suoi metodi di allenamento?

Il mister è una persona preparata che sa variare gli allenamenti ogni settimana. Con mister Lucenti si lavora molto sia a livello fisico, ma, soprattutto pretende molto il lavoro mentale già dal martedì. Personalmente, penso che è proprio questo lavoro che ci sta permettendo di stare in alto.

 L’ottimo inizio campionato del Santa Croce potrebbe essere un buon viatico per un finale di stagione esaltante?

Sicuramente il nostro inizio di campionato è stato inaspettato e importante. Secondo me non dobbiamo pensare a quello che potrà essere il finale di stagione, ma, dobbiamo vicere alla giornata, pensando partita dopo partita a fare bene. Le somme si tirano sempre alla fine, solo con questa mentalità possiamo proseguire il nostro cammino in modo constante e rimanere nelle zone alte della classifica insieme alle squadre favorite alla vittoria del campionato.
Che partita sarà la gara di sabato contro il Real Belvedere?

Ogni partita ha la sua storia ma una cosa è certa non esistono partite facili. Il nostro dovere è quello di mettere tutte le energie in corpo per raggiungere la vittoria, mettendo in campo umiltà, sacrificio e tecnica. Solo con queste caratteristiche ci potranno essere i presupposti giusti per fare bottino pieno.

FABIO FICHERA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*